RGR. Comunicazione integrata. PR Ufficio stampa. Marketing. Social 2.0

Specialisti nell'aumentare l'efficacia della comunicazione di aziende, enti e associazioni con tecniche evolute di comunicazione integrata. Aiutiamo a sviluppare e attuare politiche coerenti di marketing, ufficio stampa, advertising, sito internet e social media resi coerenti per comunicare al meglio con i target di riferimento

RGR. Comunicazione integrata. PR Ufficio stampa. Marketing. Social 2.0 - Specialisti nell'aumentare l'efficacia della comunicazione di aziende, enti e associazioni con tecniche evolute di comunicazione integrata. Aiutiamo a sviluppare e attuare politiche coerenti di marketing, ufficio stampa, advertising, sito internet e social media resi coerenti per comunicare  al meglio con i target di riferimento

Pil italiano in calo secondo l’OCSE

Pil italiano: secondo l’OCSE, cala del 2,4%

Ocse: indagine sul PIL italiano

Ocse: indagine sul PIL italiano

Il PIL italiano nel 2012 calerà, secondo una stima dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, subendo una una recessione del 2,4%, contrariamente al -1,7% previsto lo scorso maggio. Con queste prospettive l’Italia sarà il peggiore Paese del G7.
L’Ocse dopo il calo del 3,3% nel primo trimestre, stima una flessione annualizzata del Pil italiano del 2,9% sia nel secondo sia nel terzo trimestre e prevede un -1,4% nel quarto.
La maggiore preoccupazione è destata della situazione del lavoro; in una Europa in cui 116 milioni di persone sono nuovamente a rischio di povertà, dai dati OCSE risulta che il 94% dei lavori creati nel 2011 sono part-time e in generale il 42,5% dei giovani ha contratti a tempo determinato. In Italia sono 1,3 milioni i giovani senza lavoro e il numero è in continua crescita. Nei primi 4 mesi del 2012, ben il 21,2% dei giovani di età compresa tra i 15 e i 24 anni era senza un impiego (la media Ue è 13,6%). Un’escalation che dura da cinque anni; ad aprile 2007 infatti erano 975.000 gli under 25 senza lavoro, aumentati poi a 1,1 milioni ad aprile 2011 e arrivati appunto a quota 1,3 milioni ad aprile 2012.

Notizia a cura dell’ufficio studi di RGR Comunicazione d’impresa – Marketing – Ufficio Stampa, in collaborazione con Format Research

Category: Attualità, RGR News