RGR. Comunicazione integrata. PR Ufficio stampa. Marketing. Social 2.0

Specialisti nell'aumentare l'efficacia della comunicazione di aziende, enti e associazioni con tecniche evolute di comunicazione integrata. Aiutiamo a sviluppare e attuare politiche coerenti di marketing, ufficio stampa, advertising, sito internet e social media resi coerenti per comunicare al meglio con i target di riferimento

RGR. Comunicazione integrata. PR Ufficio stampa. Marketing. Social 2.0 - Specialisti nell'aumentare l'efficacia della comunicazione di aziende, enti e associazioni con tecniche evolute di comunicazione integrata. Aiutiamo a sviluppare e attuare politiche coerenti di marketing, ufficio stampa, advertising, sito internet e social media resi coerenti per comunicare  al meglio con i target di riferimento

Previsione dei bilanci bancari

La previsione dei bilanci bancari secondo Prometeia

Il rapporto Prometeia sullo scenario bancario per il 2012 e il biennio 2013-2014 aggiornato al mese di giugno, sconta previsioni macroeconomiche e finanziarie caratterizzate da una maggiore fragilità rispetto a quanto previsto nell’edizione di maggio.
Indotte dalla nuova fase della crisi, le istituzioni europee hanno adottato risposte più concrete per spezzare il contagio tra il debito sovrano, fragilità del sistema bancario e debolezza della crescita economica e la Bce ha ridotto il tasso sulle operazioni di rifinanziamento principali e mantenuto ampia l’offerta di liquidità. Se Prometeia prevede l’uscita dalla fase recessiva dell’economia italiana per la fine del 2012, indica anche che la crescita rimarrà modesta, riflettendo anche il calo dell’occupazione e la conseguente debolezza della domanda interna.
Per questo l’evoluzione dei volumi intermediati dal sistema bancario si prevede che rimarrà modesta, con una revisione al ribasso delle previsioni di crescita del credito, per effetto della debolezza della domanda e delle criticità dal lato dell’offerta. Ciò si tradurrà nel mantenimento di spread sul credito su livelli strutturalmente elevati. Anche la raccolta wholesale da parte delle banche sarà resa ancora difficile dal perdurare delle tensioni sui mercati, confermando uno scenario di forte dipendenza dalla Banca centrale europea, mentre quella retail sarà limitata dalla ridotta capacità di risparmio delle famiglie, che si ricomporrà verso i depositi con durata prestabilita (per effetto anche di politiche di offerta più aggressive). La redditività del settore, ancora penalizzata dall’onerosità della raccolta complessiva, dal peso delle rettifiche su crediti e dall’esigenze di rafforzamento patrimoniale, vedrà quindi prospettive di lenta ripresa.

Notizia a cura dell’ufficio studi di RGR Comunicazione d’impresa – Marketing – Ufficio Stampa, in collaborazione con Format Research

Category: Attualità, RGR News